Il nostro fondatore

San Domenico di Guzman, OP

Logo Icon Flame Parchment

Rispondere a una crisi nella Chiesa

Gli ordini religiosi compaiono quasi sempre in risposta a qualche crisi nella Chiesa, e non è stato diverso per l'Ordine dei Predicatori. Tra il XII e il XIV secolo, un'eresia nota come catarismo si diffuse in gran parte dell'Europa meridionale.

Domenico di Guzman, sacerdote spagnolo, incontrò i catari in Francia mentre viaggiava con Diego d'Azevado, vescovo di Osma. Dopo aver trascorso la notte a conversare con un locandiere confuso, Domenico si infiammò di zelo per riconvertire i catari alla fede cattolica.

I Catari insegnavano che tutta la realtà era il risultato di un conflitto tra un dio buono e un dio malvagio. Si pensava che il dio buono avesse creato il regno spirituale e il dio cattivo avesse creato tutta la materia fisica. Secondo i Catari, tutta la materia fisica era malvagia, compreso il corpo umano, che era pensato come una prigione per l'anima. Questo era in diretta contraddizione con la vera fede cristiana che professava la fede in un Dio che ha creato tutte le cose e "ha visto che era cosa buona".

San Domenico in adorazione della crocifissione

Domenico, ispirato dal suo amore per Dio e per il prossimo, chiese il permesso del Santo Padre per combattere l'eresia del catarismo. Accompagnato dal Vescovo di Osma e da un piccolo gruppo di sacerdoti, ricevette dal Papa Innocenzo III l'incarico nel 1205 di predicare il Vangelo di Gesù Cristo per la salvezza delle anime.

Impegnati a predicare la Parola di Dio

Alla fine del 1215, Domenico e circa 15 fratelli chierici avevano stabilito una base operativa presso la chiesa di Saint Romain a Tolosa, in Francia. I fratelli si professarono alla Regola di sant'Agostino e dedicarono la loro vita alla predicazione della Parola di Dio, sostenuti dalla preghiera, dallo studio e dalla contemplazione. Essenziale per il successo dei fratelli era la vita religiosa dei voti basata sui consigli evangelici di povertà e castità, entrambi sussunti sotto un unico voto di obbedienza.

Domenico e i suoi fratelli tennero dibattiti pubblici con i catari in tutta Tolosa. Il Beato Giordano di Sassonia, secondo Maestro dell'Ordine, raccontò spesso la storia di uno di questi dibattiti. Secondo Bl. Jordan, un gruppo di giudici che presiede a una disputa tra Domenico e un cataro non è stato in grado di determinare un vincitore. Come soluzione, cercarono di ricorrere al giudizio di Dio gettando nel fuoco sia il testo sacro di Domenico che il testo del Cataro. Il libro di Domenico non ha mai preso fuoco, anche dopo essere stato gettato tre volte tra le fiamme, mentre il libro del Cataro è stato immediatamente bruciato.

Conferma dell'Ordine

Papa Onorio III confermò la fondazione dell'Ordine dei Predicatori nel 1216. Perdendo poco tempo, Domenico iniziò a inviare i suoi fratelli a gruppi di due in tutta la Spagna, la Francia e l'Italia per predicare e stabilire nuovi priorati che avrebbero attirato più fratelli alla sua predicazione missione. Alla fine della vita di Domenico, nel 1221, l'Ordine dei Predicatori aveva stabilito cinque province e almeno 20 conventi.

I fratelli che conoscevano Domenico hanno riferito che mentre era praticamente sempre gioioso e socievole con gli altri, viveva una vita per lo più immerso nelle scritture quando non predicava. Era conosciuto come un uomo che parlava solo con Dio o di Dio. I suoi fratelli riferirono che dormiva poco, preferendo trascorrere le notti pregando nella cappella.

Al momento della sua morte, Domenico volle essere sepolto sotto i piedi dei suoi fratelli nel convento di San Nicola a Bologna. Si dice che siano avvenuti numerosi miracoli sul luogo della sua tomba. L'Ordine dei Predicatori si diffuse ben oltre la Spagna e la Francia dopo la morte di Domenico, ed è accreditato con l'estinzione dell'eresia catara dall'Europa medievale. Quasi 800 anni dopo, i domenicani imitano il loro fondatore predicando la vera fede cattolica per la salvezza delle anime. San Domenico, prega per noi.

Lettura suggerita

San Domenico: La grazia della Parola di p. Guy Bedouelle, OP

OPWEst App

Cercare la verità. Impara la fede.

Scarica la nuova app OPWest. Disponibile negli app store di Apple, Roku, Amazon e Google.