Il vescovo torna a casa

6 giugno 2018
Logo Icon Flame Parchment

Sono passati più di 100 anni da quando un domenicano ha servito come vescovo in California. Ma tutto è cambiato il 5 giugno 2018, quando il Rev.do Robert Francis Christian, OP, è stato ordinato Vescovo ausiliare di San Francisco. 

In una bella liturgia nella Cattedrale di Santa Maria Assunta, Mons. Robert è stato consacrato dall'Arcivescovo Salvatore Cordileone di San Francisco, dall'Arcivescovo John Wester di Santa Fe e dal Vescovo Michael Barber, SJ, di Oakland. Oltre 25 vescovi, insieme a membri della famiglia domenicana provenienti da tutto il mondo, e fedeli dell'arcidiocesi si sono uniti alla celebrazione.

Il processo è iniziato tutto il 24 marzo 2018, quando l'allora p. Robert ha ricevuto una telefonata da Mons. Christophe Pierre, Nunzio Apostolico negli Stati Uniti d'America, che lo ha informato che Papa Francesco lo stava nominando Vescovo Ausiliare di San Francisco.

"Ho trepidazione perché è un campo di lavoro completamente nuovo", ha detto in una recente intervista, "ed è una scala più vasta di quanto sono abituato, con 421.000 cattolici nell'arcidiocesi, ma sono stato sostenuto da molti delle persone."

Nonostante la sua esitazione, il Rev.mo Robert è felice di tornare a casa a San Francisco, dove è nato e cresciuto. Cresciuto nel quartiere di Pacific Heights, ha frequentato le scuole parrocchiali cattoliche, ricevendo la sua istruzione elementare dalle suore domenicane. Durante il college all'Università di Santa Clara, ha trascorso un anno all'estero e ha studiato in Italia, dove ha iniziato a discernere la vita religiosa con l'Ordine dei Predicatori.

Dopo aver professato i voti nel 1971, è stato ordinato presbitero cinque anni dopo, e ora serve fedelmente la Chiesa come sacerdote domenicano da oltre 40 anni, con uno dei suoi incarichi più lunghi presso la Pontificia Università San Tommaso d'Aquino a Roma, anche noto come l'Angelicum. Nel suo ministero di professore lì, ha insegnato agli studenti di vari paesi, aiutandoli a vedere il posto delle loro comunità locali nella Chiesa universale.

"Spero che costruirò ponti nell'arcidiocesi, e ce n'è molto bisogno... non solo ponti tra le persone, ma ponti tra Gesù Cristo e le persone per cui è morto".

Questa stessa speranza di riconciliazione e unità tra Cristo e il suo gregge è ciò che ha ispirato il Rev.mo Joseph Sadoc Alemany, OP, il primo arcivescovo di San Francisco nel 1853. Insieme a p. Francis Sadoc Vilarrasa, OP, portò i domenicani sulla costa occidentale e fondò la Provincia del Santissimo Nome di Gesù.

La vita di Mons. Robert come domenicano ha avuto un posto di rilievo nella Messa di ordinazione episcopale. L'arcivescovo Cordileone ne ha fatto riferimento nella sua omelia, ricordando che la comunità aveva appena celebrato il giorno prima la festa di san Pietro da Verona, OP, primo martire domenicano. Si possono facilmente vedere i paralleli tra Pietro, che morì con il Credo sulle labbra, ei doveri di un vescovo di predicare sempre la Parola di Dio e di dare la vita per il Signore. Questa elezione al servizio di Dio, e l'impegno di Mons. Roberto, è stato particolarmente evidente quando si è prostrato a terra durante le Litanie di Supplica.

Per guardare l'intera liturgia, compresa l'omelia dell'Arcivescovo, insieme ad altri commenti di Mons. Robert, clicca qui.

Di più