Con l'inizio della stagione delle tasse, fai clic qui per accedere alla tua cronologia delle donazioni.

Pellegrinaggio: Camminare con Dio

I cristiani nel corso dei secoli hanno intrapreso faticosi viaggi verso santuari lontani e vicini. I primi pellegrinaggi incentrati sulla Terra Santa, sui luoghi della vita di Gesù. Ci sono registrazioni di tali viaggi già nel IV secolo. Ad esempio, Sant'Elena si recò notoriamente sul luogo della Crocifissione. Nel Medioevo, Roma e Santiago de Compostela furono aggiunte all'elenco dei principali luoghi di pellegrinaggio. La folla che si accalcava verso questi tre era enorme. Gli storici ipotizzano che nell'Alto Medioevo circa un terzo dell'Europa occidentale fosse stato presso la tomba dell'apostolo Giacomo a Santiago. Inoltre, innumerevoli santuari più piccoli divennero mete di pellegrinaggi regionali. In tempi più recenti, i luoghi delle apparizioni mariane come Guadalupe, Lourdes e Fatima sono diventati famosi luoghi di pellegrinaggio. Anche Santiago de Compostela ha visto una rinascita.

Cosa spinge così tante persone a farlo? È evidente che, nel caso dei pellegrini in Terra Santa, avvicinarsi ai luoghi fisici della vita di Nostro Signore è un modo per avvicinarsi a Cristo stesso. Simili sentimenti di devozione a Maria e ai santi si applicano ad altri siti. Con le parole di Papa Benedetto XVI: “Andare in pellegrinaggio significa davvero uscire da noi stessi per incontrare Dio dove si è rivelato, dove la sua grazia ha brillato di particolare splendore e ha prodotto frutti ricchi di conversione e di santità tra coloro che credere."



Ma visitare il particolare santuario è solo una parte dell'esperienza. Lo stesso atto di camminare verso un luogo lontano può essere esso stesso una preghiera profonda. Trascorrere giorni o settimane da soli, con nient'altro che uno zaino e la strada da percorrere in pellegrinaggio, può essere una grande opportunità per incontrare Dio. Muoversi solo al ritmo che i propri piedi possono gestire riduce una pletora di distrazioni. Si sono in grado di notare cose che altrimenti sarebbero semplicemente volate via.

Questa routine semplificata può anche portare alla preghiera. C'è molto tempo per i Rosari e la Liturgia delle Ore può aggiungere un bel ritmo al pellegrinaggio. I lunghi periodi di tempo trascorsi in silenzio sono una grande opportunità per meditare sui grandi interrogativi della vita. Cosa significa essere straniero e forestiero (cfr 1 Pt 2)? In che modo questo pellegrinaggio è una metafora della vita? Qual è il significato della destinazione?

Per millenni, i cristiani hanno attraversato il mondo in pellegrinaggio. Perché non ne prendi uno tuo oggi?