Sostieni i nostri fratelli studenti donando a domenica del rosario

Riflessioni sull'ingresso nella vita religiosa

Ogni anno molti giovani provenienti da tutto il paese visitano il Priorato di St. Albert per un fine settimana di vieni a vedere. Non dimenticherò mai la mia prima visita a St. Albert's per un weekend di vieni a vedere.

Tante cose mi sono venute in mente mentre camminavo nel chiostro, pregavo con i fratelli e ascoltavo i discorsi sulla vita domenicana. Mi chiedevo se questa potesse essere la vita per me. Ho cercato di immaginarmi vestito di bianco e predicare come i fratelli che hanno predicato a noi durante quel fine settimana. Ebbene… avanti veloce di due anni, ed eccomi qui, a vivere la vita da frate domenicano! È incredibile quello che Dio può fare in così poco tempo e quanto velocemente la vita cambia.

Entrare nella vita religiosa è un'esperienza incredibile che sembra davvero cambiarti la vita da un giorno all'altro. Un giorno sto lavorando in una banca, vivendo nelle dolci colline desertiche del Texas occidentale, e il giorno dopo sono seduto e canto in coro in una bellissima chiesa gotica situata proprio nel mezzo della soleggiata San Francisco. Parla di fare un 180! Quelle prime settimane al St. Dominic sono state indimenticabili, specialmente il momento in cui ho indossato l'abito per la prima volta.

Non dimenticherò mai il momento in cui mi sono inginocchiato davanti all'Ispettore per ricevere l'abito. L'ambientazione era bella e intensa. Era notte, la chiesa era scarsamente illuminata e tutti i fratelli erano presenti cantando il Veni Creator Spiritus. Quando mi inginocchiai davanti all'Ispettore, provai un opprimente senso di indegnità. Mi sentivo indegno di indossare l'abito che tanti santi uomini hanno indossato prima di me. Sentivo di aver rubato qualcosa che non era mio, e che ero totalmente impreparato a ricevere la grazia dell'abito. La verità è: Sono indegno e totalmente immeritevole di questa vita. Tuttavia, credo che Dio, nella sua saggezza e provvidenza, mi abbia condotto qui e mi farà tutte le grazie necessarie per essere domenicano.

FR. Antonio, il nostro maestro dei novizi, ci ha dato un consiglio che ha imparato da un monaco: l'unico requisito per essere religiosi è che si deve essere peccatori. Se è vero, sono sicuramente all'altezza! Il Signore sa quanto sono imperfetto e quanto ho bisogno della sua grazia. Questo è il vero significato della vita religiosa: sapere che sei un peccatore che ha bisogno della grazia di Dio. FR. Antonio ci ha detto che la vita religiosa è una scuola di perfezione. La prima lezione che impari è quanto sei imperfetto.

Vivere con molti altri uomini è una sfida perché siamo tutti orgogliosi ed egoisti in qualche modo. Ognuno di noi pensa che il proprio modo di fare le cose sia il modo giusto e non manchiamo mai di renderlo noto. Questi uomini, tuttavia, sono molto virtuosi anche in altri modi. Possono essere gentili, amorevoli e molto premurosi. Hanno passione e zelo per servire nostro Signore e amare le persone. Quindi, ogni volta che penso davvero molto a me stesso, sono umiliato dall'esempio virtuoso dei fratelli con cui vivo. Non solo mi ricordano quanto possa essere imperfetta l'umanità spezzata, ma mi ricordano anche quella bontà che Dio ha messo in tutti i nostri cuori.

L'estate scorsa mi sono inginocchiato di nuovo davanti al Provinciale, questa volta promettendogli la mia obbedienza emettendo i primi voti. Ancora una volta, mi sentivo molto indegno. Questa sensazione di indegnità, tuttavia, era accompagnata da un forte senso di pace, una pace che non avevo avuto un anno prima, quando avevo indossato l'abito. Dio mi ha mostrato che non ho il potere di vivere i voti da solo. Non potrò mai vivere questa vita senza la potenza e la grazia di Dio. Quest'anno si tratta di arrendersi alla grazia di Dio e permettergli di prendere l'iniziativa. Mi metto davanti al Signore ea questa comunità, implorando misericordia e aiuto, aiuto per essere un peccatore bisognoso della grazia di Dio.


fr. Diego María Carrasco, OP | Incontra i Fratelli Studenti in Formazione QUI