Dichiarazione in risposta alla sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti su Roe v. Wade

Dopo la sentenza della Suprema Corte in merito Dobbs contro Jackson venerdì scorso i frati hanno assistito ad un acceso dibattito sulla decisione della Corte. Come domenicani che dicono la Verità con carità e chiarezza, di seguito è riportata la nostra dichiarazione concisa e filosoficamente fondata su questa importante questione sociale.

Leggi la dichiarazione completa qui o il testo qui sotto.


Giugno 29, 2022

Dichiarazione in risposta alla sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti Roe v Wade

La recente e storica decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti in merito a Dobbs v. Jackson, che ha annullato sia Roe v. Wade che Planned Parenthood v. Casey, ha restituito la scelta di regolamentare l'aborto alle persone e ai loro rappresentanti statali. Accogliamo con favore la sentenza della Corte come un'opportunità per difendere il diritto umano più fondamentale e universale: che ogni essere umano ha un diritto intrinseco e naturale di esistere.

La protezione e la difesa della vita umana non è esclusiva di un determinato gruppo o tradizione religiosa, ma è un precetto della legge naturale applicabile a tutte le persone in tutte le fasi della vita. Sebbene i domenicani siano un ordine religioso cattolico, siamo al fianco di molte altre tradizioni religiose e popoli che credono che il diritto alla vita sia uno dei principi fondamentali della giustizia. È brutalmente ingiusto porre fine a una vita innocente e ciò viola i nostri valori di giustizia, uguaglianza e dignità umana. Inoltre, proteggere e sostenere le donne e proteggere e sostenere i nascituri non sono sforzi che si escludono a vicenda. Posizionarli come tali nel nostro discorso civile è un disservizio al dialogo onesto e costruttivo.

Riconosciamo anche che questa sentenza ha messo in luce la divisione della nostra nazione e mostra un grande malinteso sulla natura della vita umana. Decidiamo di continuare la nostra dedizione con tutto il cuore all'insegnamento e alla predicazione della verità con carità e chiarezza, e ci uniamo a persone di ogni estrazione e tradizione nel dialogo civile per aiutare a guarire le ferite, riparare le divisioni e lavorare per un ambiente giusto e solidale per le donne incinte e neo mamme. Il fondamento della libertà è nella verità, e quella verità è radicata nella ferma difesa dell'integrità e della dignità di ogni essere umano.