Sostieni i nostri fratelli studenti donando a domenica del rosario

Riflessione estiva: studiare l'arabo al Cairo

Quando rivelo il fatto che sto imparando l'arabo a familiari, amici e conoscenti qui negli Stati Uniti occidentali, ricevo reazioni simili. Molto spesso, la prima domanda che pongono cerca di inseguire il mio scopo. Spesso vorrebbero sapere perché investirei innumerevoli ore di tempo per imparare una lingua così difficile. Prima di recarmi al Cairo, le mie risposte erano in genere nell'ambito dell'espressione dei miei interessi di ricerca. Il più delle volte, risponderei che i manoscritti arabi inediti e non tradotti conservano un numero incalcolabile di antiche omelie cristiane, trattati teologici e commentari biblici. Acquisire competenza nella lettura dell'arabo classico aprirebbe porte preziose per accedere a questi tesori.

Tuttavia, una volta che ho iniziato a vivere al Cairo, ho scoperto rapidamente nuovi e attraenti livelli di motivazione per immergermi in profondità nella lingua araba. Da quest'anno i nostri fratelli al Cairo stanno assistendo a progressi senza precedenti nel loro dialogo interreligioso con studiosi islamici e studenti universitari. Ciò probabilmente aumenterà di portata quando la popolazione locale inizierà ad accedere a libri e media in inglese. 

Stella

Inoltre, quasi tutti i cristiani in Egitto parlano arabo e celebrano liturgie in arabo. Anche gli studiosi occidentali che visitano il Cairo per offrire conferenze e seminari su argomenti storici all'avanguardia o scoperte di manoscritti parlano arabo. Come puoi immaginare, essere in grado di parlare arabo sarebbe molto utile non solo per aiutare la crescita educativa di queste comunità, ma anche per accedere a materiali di ricerca come i manoscritti delle biblioteche.

Infine, la vicinanza attraverso il linguaggio è fondamentale per approfondire le relazioni. Per questo motivo, la competenza in arabo è essenziale per costruire amicizie in paesi come l'Egitto. Se ogni lingua apre una finestra su un nuovo mondo, l'arabo apre un portale ampio e attraente, che invita all'accesso ai segreti nascosti del passato e a un vasto campo missionario che germoglia nel presente.

Vivere in Egitto è stato giocoso ma stimolante, eccitante ma che fa riflettere. Ero teso in modi che sarebbero stati impossibili se fossi rimasto a casa a seguire corsi universitari in California. Il campo di missione è vasto per i paesi di lingua araba come l'Egitto, ei cambiamenti culturali che stanno avvenendo nel mondo arabo stanno aprendo vie di curiosità che prima mancavano. 

Stella

Guardando all'eredità del nostro Ordine, lo studio dell'arabo al Cairo mi ha unito alle generazioni di missionari domenicani che hanno speso generosamente il loro tempo e le loro energie per attirare gli altri verso la vita e la verità. Entrare in questa eredità vivente non avrebbe potuto essere niente di meno che stimolante ed energizzante. 

Senza dubbio, lo studio dell'arabo al Cairo ha galvanizzato il mio zelo missionario e suggellato la mia determinazione a continuare su questa strada. La ricerca dei tesori del nostro passato cristiano collettivo è significativa. Allo stesso modo, le nostre missioni domenicane in Egitto e nel mondo di lingua araba sono significative. 

Per questi motivi, il mio scopo è facile da capire. Sto imparando l'arabo per servire la Sposa di Cristo passando fuori di me in un mondo sconosciuto, pieno di anime da aiutare e tesori da trovare.

fr. Matthew Wanner, OP

fr. Matthew Wanner, OP | Incontra i Fratelli in Formazione QUI