Sostieni i nostri fratelli studenti donando a domenica del rosario

Riflessione estiva: studiare lo spagnolo in Messico

Quest'estate ho passato diverse settimane ad imparare lo spagnolo in Messico insieme ad altri quattro fratelli studenti domenicani -- fr. Nathaniel Maria Mayne, fr. Filippo Neri Gerlomes, fr. Kevin Peter Cantù e fr. Antonio Maria Akerman. Durante la nostra formazione, studiamo lo spagnolo in previsione del futuro ministero e molti frati domenicani occidentali celebrano la messa, ascoltano le confessioni e predicano le missioni parrocchiali in spagnolo.

Mentre ero già consapevole della ricchezza della fede cattolica, il Messico ha dimostrato questa abbondanza da una prospettiva diversa, quella in cui il cattolicesimo è stato infuso nella cultura per cinque secoli. Ad esempio, un cartellone pubblicitario che pubblicizzava il caffè mattutino in Messico includeva la frase spagnola per "È giusto e giusto". L'allusione alla Messa mancherebbe alla maggior parte degli americani, ma è chiaramente compresa in Messico. Inoltre, San Miguel de Allende, la città in cui ho trascorso la maggior parte del mio tempo in Messico, è incentrata sulla principale parrocchia cattolica della città con il cortile e il giardino adiacenti, e c'erano almeno sette chiese cattoliche a dieci minuti a piedi da il convento dove alloggiarono i fratelli studenti.


Oltre a prendere lezioni di spagnolo, siamo andati in pellegrinaggio alla Basilica di Nostra Signora di Guadalupe a Città del Messico. Come compatrona secondaria della Provincia domenicana occidentale, Nostra Signora di Guadalupe è molto amata da molti frati. I motivi del santuario sono estremamente tranquilli. Migliaia di pellegrini stavano assistendo alla messa e camminavano sulla collina di Tepeyac dove la Beata Vergine Maria apparve a San Juan Diego. Abbiamo partecipato alla messa nella basilica dove è custodita la tilma di San Juan Diego e abbiamo trascorso molto tempo in preghiera e adorazione.

Vedere la vita domenicana da una prospettiva più ampia e internazionale ha ampliato il mio apprezzamento per la pienezza dello spettro domenicano. In Messico abbiamo incontrato diversi domenicani: frati domenicani della provincia messicana, suore domenicane di Mission San Jose e laici domenicani locali. Attraverso la loro ospitalità e il legame comune, anche se non ho parenti biologici in Messico, ho sperimentato la gioia di appartenere a una famiglia domenicana più ampia.

Sono grato per i miei studi quest'estate e ho già potuto mettere a frutto il mio spagnolo nella nostra parrocchia di San Francisco. Attendo con impazienza future opportunità per imparare lo spagnolo e sperimentare la vita dominicana in altre parti del mondo.

fr. Luca Maria Lee, OP | Incontra i fratelli in formazione QUI