Sostieni i Fratelli Studenti Domenicani donando a domenica del rosario!

La bellezza di nostra madre

La Chiesa dedica questo mese di maggio alla Madonna. Pertanto, questo è un momento molto conveniente per noi, suoi figli, per contemplare la bellezza della Vergine Maria. Ma perché questa contemplazione è importante e significativa per noi?

È abbastanza chiaro che la bellezza è qualcosa che tutti vogliono avere. La bellezza non è qualcosa di vago, al contrario, è reale e potente e può attrarre e trasformare il cuore delle persone. Pertanto, nel mondo, nessuno rifiuta di perseguire la bellezza, ma quale tipo di bellezza dovrebbe essere perseguita è un argomento su cui le persone non sempre sono d'accordo. Alcune persone si lasciano conquistare dalla bellezza della natura nell'ammirare la sua maestosità, poi passano tutta la vita a proteggere e scoprire quel miracolo il più possibile. Ci sono persone che apprezzano la bellezza del loro corpo e poiché vogliono che il valore della loro vita sia determinato da quella bellezza, sono disposte ad adornarlo a tutti i costi. Ma ci sono anche persone che pensano che la bellezza più preziosa si nasconda dietro ogni bellezza fisica, la bellezza dell'anima. In una certa misura, infatti, scegliere per sé o per sé una bellezza da perseguire sembra essere decisivo per tutta la vita. Pertanto, contempliamo la bellezza della Madonna con il desiderio che, con il suo aiuto, il cammino che ha formato la sua bellezza diventi gradualmente anche il nostro cammino. Vogliamo essere come lei, cioè avere una bellezza che piaccia a Dio.

Tuttavia, c'è una difficoltà quando tutti i fedeli la guardano come la persona più bella, ne apprezzano la bellezza incomparabile e la considerano l'opera più bella dello Spirito Santo. Possiamo seguirla nel suo viaggio verso quella bellezza?

Nessuno di noi sarà bello come la Madonna, ma il Vangelo ci mostra che il cammino della Madonna per perseguire quella bellezza non ci è troppo estraneo. Il cammino alla ricerca della bellezza di Maria, descritto nei Vangeli, è un cammino di costruzione della bellezza del cuore come fedele serva di Dio.

Il Vangelo di Luca mostra la sua bellezza di fedele discepola di suo Figlio. Viene sottolineata come colei che ha ascoltato, custodito e custodito la Parola di Dio nel suo cuore. Perciò, nella risposta di Gesù: “Chi sono mia madre e chi sono i miei fratelli e sorelle? Sono quelli che ascoltano la parola di Dio e la osservano» (Mt 12,48-50), Gesù vuole che tutti la conoscano come sua madre prima di tutto attraverso la sua vita di fedeltà, non attraverso la biologia. Inoltre, il Vangelo di Giovanni presenta la bellezza del suo cuore. Mostra compassione per i bisogni umani alla festa delle nozze di Cana e può sempre entrare in empatia con le debolezze della nostra natura umana, poiché soffre anche l'impotenza degli esseri umani di fronte alla morte, alla violenza e al male, specialmente quando si è alzata dalla croce.

Dovremmo costruire la nostra vita con un cuore bello come la Madonna, vivendo secondo la volontà di Dio e amando con tutto il cuore i nostri fratelli e sorelle. Anche se questi standard potrebbero non creare un bel corpo, sicuramente creano un'anima bellissima che Dio ama. Chiediamo quindi alla Madonna, soprattutto in questo mese a Lei dedicato, di aiutarci a non seguire i canoni di bellezza di questo mondo lussurioso e perduto, affinché, nonostante la nostra bruttezza, quando abbiamo un'anima che piace a Dio, avrà una bellezza eterna che sta al di sopra di tutta la bellezza fisica.

fr. Tam Nguyen, OP | Incontra i fratelli in formazione QUI