Con l'inizio della stagione delle tasse, fai clic qui per accedere alla tua cronologia delle donazioni.

Il Signore opera nelle circostanze quotidiane

Recentemente mi sono ripreso da un raffreddore. È iniziato gradualmente. Ho notato che la gola mi faceva un po' male ad ogni deglutizione. Ho pensato tra me e me: “Ho avuto mal di gola prima. Aspetterò solo una settimana e andrà tutto bene".

Naturalmente, una volta arrivato nel mezzo della malattia, ho perso la pazienza. La mancanza di controllo, gli attacchi di tosse e le notti insonni mi hanno colpito. Mi girai e rigirai. Volevo che il freddo finisse, e subito.

Era facile provare compassione per me stesso in quella situazione. Come dovrei reagire?

Avrei voluto fare così tanto quella settimana. Pensavo che avrei avuto tutto il tempo per la lettura spirituale, la preghiera e il sonno. I miei piani sono stati vanificati, ma Dio aveva in mente qualcosa di meglio.

Anche quando non abbiamo il controllo su una situazione, Dio ha il controllo. Il Signore provvede anche nei momenti di difficoltà. Ha provveduto a me quando ero malato e mi sentivo impotente. Altri fratelli studenti hanno notato che ero sottosopra e si sono assicurati che avessi ciò di cui avevo bisogno. Stavamo per iniziare un ritiro, quindi c'era tutto il tempo per riposare. Un fratello mi ha persino offerto la sua stanza per ritiri con bagno privato, merce rara, per mia comodità e per limitare la diffusione di germi ad altri.

In mezzo alla malattia, Dio mi ha dato cose di cui essere grato. Ad uno dei miei amici è stata recentemente diagnosticata l'influenza suina. Era più preoccupato per sua moglie e le sue due giovani figlie che per se stesso. Vivo con fratelli preoccupati per la mia salute e non ho persone a carico. Mi è venuto in mente anche un altro amico. È nato con un difetto all'esofago e ha subito diversi interventi chirurgici nell'arco di trent'anni. La mia malattia di una settimana non era niente in confronto. La mia malattia mi ha fatto capire quanto Dio ha mi ha guardato. Questa riflessione mi incoraggia ad essergli grato e fedele.

Vedere la mano del Signore all'opera nelle circostanze quotidiane richiede gli occhi della fede. Il mondo vorrebbe che tu pensassi che l'autonomia e l'autosufficienza regnano sovrane. Il cristiano lo sa meglio. Lascia andare. Riconosci la tua dipendenza da Lui. Non hai il controllo. Dio è.


fr. Luke Maria Lee, OP | Incontra i Fratelli Studenti in Formazione QUI