Con l'inizio della stagione delle tasse, fai clic qui per accedere alla tua cronologia delle donazioni.

Tradizioni domenicane durante la Settimana Santa

La Settimana Santa è un momento speciale nella vita della Chiesa, che inizia con la Domenica delle Palme e termina con il Sabato Santo. Durante questo periodo, riflettiamo sulla passione e morte di Cristo mentre ci prepariamo alla celebrazione della risurrezione del Signore a Pasqua. Oltre alle numerose devozioni della Chiesa, i domenicani hanno sviluppato le proprie tradizioni negli ultimi 800 anni per sfruttare al meglio questi giorni sacri.

Di seguito scoprirai sette modi per rendere tue queste tradizioni.

domenica delle Palme
Come continuazione del Tempo di Passione, durante il quale vengono velate le croci e le immagini sacre nella chiesa, alcuni confratelli avvolgono i crocifissi sui loro rosari e nelle loro stanze in rami di palma. Questo atto rende ancora più potente lo svelamento della croce il Venerdì Santo, perché è allora che vediamo il legno della croce, su cui pendeva la salvezza del mondo.

1) Dedica qualche istante a coprire le immagini sacre e le croci della tua casa.

Salmi penitenziali
Mentre alcune comunità offrono servizi incentrati sulle sette ultime parole/frasi di Cristo, i domenicani si concentrano anche sui sette salmi penitenziali durante la settimana. Pregare questi salmi ci aiuta a riconoscere la nostra peccaminosità ea chiedere il perdono di Dio.
Salmo 6 - "Signore, non rimproverarmi nella tua ira..."
Salmo 32 - "Felice l'uomo la cui offesa è perdonata..."
Salmo 38 - "Signore, non mi riprendere nella tua ira..."
Salmo 51 - "Abbi pietà di me, Dio, nella tua benignità..."
Salmo 102 - "O Signore, ascolta la mia preghiera e lascia che il mio grido di aiuto ti raggiunga..."
Salmo 130 -- "Dal profondo a te grido, o Signore..."
Salmo 143 -- "Signore, ascolta la mia preghiera, porgi il tuo orecchio al mio appello..."

2) Usa uno di questi salmi ogni giorno per lectio Divina a partire dalla Domenica delle Palme.

Lunedì mercoledì
Alcuni fratelli fanno uno sforzo particolare per visitare i malati, i senzatetto, i costretti a casa e le persone in difficoltà. Riflettendo sulle loro difficoltà e lotte, entriamo più profondamente nel mistero pasquale e impariamo a offrire al Signore al meglio le nostre sofferenze.

3) Visitare un rifugio per senzatetto o una casa di cura e conoscere i più bisognosi.

Servizi Tenebrae
Tenebrae si riferisce alla Liturgia delle Ore quando è fatta nel buio quasi totale, l'unica luce proveniente da un grande candelabro. Dopo che ogni salmo è stato cantato, si spegne una serie di candele e si canta una lezione dal Libro delle Lamentazioni, una raccolta di poesie addolorate per la distruzione del Tempio di Gerusalemme nel 587 a.C.

4) Rifletti su Lamentazioni 1:1-9, 2:1-9, 4:1-12 e 5:1-22.

giovedì Santo
I domenicani conoscono una serie di variazioni dell'inno "Pange lingua gloriosi", scritto da san Tommaso d'Aquino, OP, e cantato durante la processione all'altare della resurrezione dopo la messa in Cena Domini. Questo bellissimo canto descrive uno dei più grandi misteri della nostra fede in termini troppo profondi per essere spiegati.

5) Trascorrere del tempo con il Signore meditando sulle parole di questo antico inno.

Venerdì Santo
Dopo che la croce è stata svelata alla venerazione durante la Liturgia della Passione del Signore, i frati si tolgono le scarpe e salgono a due a due in processione. All'ingresso e al centro della chiesa, si inginocchiano in segno di riverenza e toccano terra con la fronte. Quando raggiungono la croce sui gradini dell'altare, si prostrano e baciano la croce. Questi gesti rispecchiano quelli di san Domenico, rappresentato in varie posizioni ne "Le nove vie della preghiera", mentre medita davanti al crocifisso mentre riflette sulla passione e morte del Signore.

6) Scopri il crocifisso nella tua casa e contempla il dono sacrificale di se stesso di nostro Signore.

Sabato Santo
I domenicani spesso trascorrono questa giornata preparandosi per i festeggiamenti della sera. La chiesa viene pulita mentre i candelieri vengono lucidati. Si raccoglie la legna e si preparano le candele per il Lucenario e la benedizione del fuoco. Il coro prova mentre centinaia di gigli pasquali vengono portati per decorare la chiesa. Questo è un giorno cupo, ma di attesa e di preghiera, perché al tramonto si celebra la Veglia Pasquale.

7) Trova il tuo cero battesimale e sistemalo in un luogo speciale con dei fiori, così potrai festeggiare per tutta la stagione.